Eventi passati
0

Le uscite della settimana al cinema del 19 marzo

Questa settimana tantissime uscite in sala, 12 e la metà dei film sono italiani.

FQTB_35x50Una rivelazione: Fino a qui tutto bene è la commedia di Roan Johnson, regista pisano di I primi della lista qui alla seconda prova registica, che al Festival del cinema di Roma dell 2014 ha vinto il premio del pubblico. Non solo apprezzato dagli spettatori di Roma ma anche dalla critica perchè questo film è davvero squisito e genuino, quanto coraggioso infatti ha un impianto produttivo sui generis poiché gli attori non sono stati pagati per i 21 giorni di riprese ma avranno diritto ad una percentuale sugli incassi. Il film racconta di una convivenza che sta per finire. I protagonisti sono 5 studenti fuori sede che sono ad un passo dalla fine di un capitolo della loro vita, sicuramente molto importante sia per gli studi quanto sul piano personale, e chi ha avuto la possibilità di condividere la casa con persone che non sono la propria famiglia capirà quanto questo distacco è doloroso. Quindi si ride, si piange e ci si appassiona lungo la visione di questo film. I personaggi sono Cioni, l’elemento più stralunato e naif del gruppo, che si avvia a ritornare a casa dai genitori; Ilaria, dalla sessualità disinibita che le porta una gravidanza non voluta e un probabile ritorno nella provincia laziale; Vincenzo, laureato in vulcanologia, destinato a raccogliere l’offerta di una cattedra da professore associato in Islanda; la sua fidanzata Francesca, che non condividerà con lui la sua scelta, ma continuerà a sperare nella carriera teatrale nel gruppo “I poveri illusi”, insieme ad Andrea, ragazzo frustrato dalla mancanza di occasioni e dalla separazione da Marta, che invece “ce l’ha fatta”. Su tutto aleggia la presenza discreta di Michele, loro amico ed ex inquilino morto in un incidente che cela un suicidio per loro ancora indecifrabile quanto il futuro che li attende. THE SPACE CINEMA

La-solita-commedia-Inferno-trailer-della-nuova-commedia-di-Biggio-e-Mandelli-2La solita commedia – Inferno. Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli alias I soliti idioti ritornano in sala con un film ispirato alla prima delle tre cantiche dantesche che compongono la Divina commedia. Ovviamente è un film che ha l’obiettivo di far ridere passando in rassegna i peccatori dell’ultimo millennio in una rappresentazione molto personale dell’inferno luciferino, fra il grottesco e il caricaturale. Dante Alighieri viene scomodato e catapultato ai giorni nostri per catalogare i nuovi peccatori, il risultato è ovviamente esagerato …. e ovviamente la colonna sonora del film è attraversata da Vita d’inferno la canzone con cui la coppia di comici ha partecipato a febbraio all’ultimo festival di Sanremo. THE SPACE CINEMA

 

 

arton10240Vergine giurata di Laura Bispuri è stato presentato al Festival di Berlino. E’ un film che esplora il tema dell’identità di genere in una storia che affonda le radici nel CODICE KANUN ALBANESE, ancora seguito in alcune zone di questa nazione, fra le cui regole c’è quella per le donne di mortificare e reprimere a tutti i costi la propria femminilità, tanto che Hana il personaggio protagonista del film interpretato da Alba Rorwacher giurerà appunto castità a vita e cambierà nome in Mark. Un giorno però esce fuori i confini dell’Albania e di questo universo chiuso e ritroverà un po’ di Hana…

 

 

 

 

droptheSe guardiamo al versante straniero troviamo in sala Chi è senza colpa, un film atteso da molti perché riguarda l’ultima interpretazione di James Gandolfini, l’attore italoamericano, rimasto a molti nel cuore per essere stato per il boss Tony della serie I soprano, scomparso nel giugno del 2013 a Roma stroncato da un infarto. Il film interpretato anche da Tom Hardy e Noomi Rapace si svolge fra le pareti di un bar di Brooklyn fra malavita e soldi sporchi, con al centro della vicenda 4 personaggi ognuno in cerca di riscatto. Bob Saginowski è un ex criminale di Brooklyn che gestisce un bar insieme a suo cugino Marv. Il locale però è il centro di un sistema illecito per rifornire di denaro i gangster locali. I suoi tentativi di condurre una vita normale con la sua ragazza e un cucciolo di pit bull salvato dalla strada si infrangono quando rimane coinvolto in una rapina andata male. – THE SPACE CINEMA

 

d1a0fea4cc14e05e5b6f019ad00c7bcfThe Divergent Series – Insurgent. Secondo capitolo della saga fantasy young adult. All’inizio del film si capisce subito che gli Intrepidi sono divisi a metà: una parte ripone la propria fiducia negli Eruditi, l’altra si è alleata con gli Abneganti per contrastare gli Eruditi che sono pronti a tutto pur di conquistare il governo della città in cui vivono, Chicago. Tris e Quattro sono sempre insieme, e viaggiano: nel quartier generale dei Pacifici, in quello dei Candidi ed infine in quello degli Abneganti. Dopo la morte di Will, Tris non riesce più a prendere in mano un’arma, non riesce a fare pace con Christina, e affronta questi problemi anche mettendo a repentaglio la sua stessa vita. Nel frattempo gli Eruditi (sotto la guida di Jeanine Matthews) hanno messo a punto un nuovo e potente siero che riesce a controllare le menti dei Divergenti, che però sono molti di più di quelli che Jeanine credeva… THE SPACE CINEMA

 

laPrimaVoltaDiMiaFiglia_posterLa prima volta di mia figlia, l’esordio alla regia di Riccardo Rossi in una commedia generazionale dalle buone maniere.
Alberto è un medico della mutua, maniaco dell’ordine e della pulizia, separato e totalmente dedito a sua figlia quindicenne, Bianca. Un giorno come tanti della sua vita super organizzata, scopre sul diario di Bianca che la sua bambina sta per fare l’amore per la prima volta. Panico per il papà che decide di dissuadere la figlia organizza una cena con la sua più cara amica Marina, ginecologa al consultorio e per questo – secondo Alberto – esperta di adolescenti, per dissuadere la figlia dal ‘commettere questo grave errore’. Al tavolo si aggiungono però personaggi indesiderati e inaspettati… via ai momenti imbarazzanti.

 

 

 

latin-lover-locandinaLatin Lover: Saverio Crispo, il grande attore del cinema italiano, un genio, come lo definisce il critico Picci, è morto dieci anni fa. Le sue quattro figlie, avute da mogli diverse in altrettante parti del mondo, si radunano nella grande casa del paesino pugliese dove l’attore è nato. La figlia italiana con il compagno di cui è fidanzata clandestina. La figlia francese, con il più piccolo dei tre figli avuti da tre padri diversi. La figlia spagnola, l’unica sposata, con un marito impenitente traditore. E l’ultima figlia svedese che il padre non l’ha quasi mai visto. Arrivano anche le due vedove, la prima moglie italiana che se lo è ripreso e curato in vecchiaia, e l’attrice spagnola che lo ha sposato ai tempi dei western all’italiana. Nessuna delle figlie ha conosciuto veramente il grande padre che ognuna ha mitizzato e amato nelle epoche diverse della sua trionfale carriera. Nel mezzo dei festeggiamenti, quando ancora è attesa la quinta figlia, l’americana riconosciuta con la prova del Dna, irrompe invece Pedro del Rio, lo stunt che pare conoscere l’attore meglio di chiunque altro. Tra conferenze stampa, proiezioni, rivelazioni notturne di segreti, le donne del grande divo rivaleggiano, si affrontano, in un crescendo di emozioni e situazioni tragicomiche. – CINEMA ASTRA

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma