Il Grande Festival Nazionale dedicato al fiume Po all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense

Dal 14 al 16 aprile 2018, la prima edizione del Grande Festival Nazionale dedicato al fiume Po all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), tra turismo, storia, cultura, ambiente e gastronomia

Abitante della golena sin dal 1882, la famiglia Spigaroli ha l’acqua del Grande Fiume nelle vene. Per anni, i fratelli Luciano e Massimo – nomi che non possono che fare pensare a quell’universo del gusto noto come Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) – hanno cercato di far crescere un’idea di territorio “Gastro-Fluviale”, fatto di zone umide con un microclima speciale legato al Po, dove da secoli si è sviluppato un incrocio di culture, un sistema complesso di “uomini” e di “prodotti” che hanno dato vita a una cucina di grande interesse. Dalla riflessione circa la necessità di difendere questa identità liquida e di nebbia, costantemente messa a repentaglio dalla tendenza cieca alla globalizzazione, è nata l’idea di promuovere un momento importante, che permetta alle “genti d’acqua” di incontrarsi, confrontarsi e far degustare le proprie creazioni.

In programma a partire da sabato 14 aprile 2018, “Po!” vedrà alternarsi sul palco d’eccezione dell’Antica Corte Pallavicina relatori di fama internazionale, uomini di scienza e rappresentanti del popolo del Grande Fiume. Si parlerà di regimazione delle acque, della reintroduzione dei pesci, di idraulica, di ambiente, di antiche battaglie, di traghetti, mulini ad acqua ma soprattutto del “Sistema Po”, mentre ai ragazzi degli Istituti Alberghieri di Salsomaggiore, Piacenza, Ferrara  e a quelli degli Istituti Agrari toccherà l’onere e l’onore di gestire la ristorazione, proponendo piatti legati al patrimonio ittico locale, con particolare attenzione dallo Storione. Sarà un evento diretto non solo agli Chef Stellati ma anche e soprattutto a chi gestisce baracche, baracchini, trattorie e ristoranti, protagonisti, con il loro lavoro di tutti i giorni, di una strenua difesa dei valori e delle tradizioni del fiume.

La manifestazione si apre la mattina di sabato 14 aprile, con l’inaugurazione affidata ai Sindaci d’acqua, seguita da una serie di interventi dedicati al pesce d’acqua dolce, sul tema “Cosa portiamo in tavola oggi. Esperienze, problematiche e opportunità”, seguiti dagli incontri e dai racconti sulla storia recente del Po e dei suoi pesci.

A fare da contorno, dalle 10 alle 16, la possibilità di sperimentare il passaggio in barca sulle rotte del traghetto da Porto Polesine a Stagno Lombardo  (4 euro a persona – info e prenotazioni 338 5951432) e, dalle 15.30, una rievocazione dei tempi andati con le Escursioni in carrozza lungo le carraie del Bosco della lite (5 euro a persona). Tutta la giornata sarà inoltre animata dal Villaggio Medievale dei Pescatori, con personaggi in costume e antichi mestieri, e dalle Camminate per tutti sugli argini e nel parco fluviale del Po con accompagnatore  (a cura dell’Associazione Parma che cammina. Nordic walking e plogging). Alla sera, i racconti di Max & Amabilia – Cantastorie del Po sono l’ideale prologo allaFiaccolata nel bosco e sulle rive del Po, con “caffè dei Barbuter” e chiacchierata con Patrizia Raggio (SABAP Pr e Pc) sulle “Storie d’acqua dalla preistoria ad oggi”.

Domenica 15 aprile, si comincia con le parole sull’uso sostenibile delle risorse fluviali, condensate nel dibattito La Riserva Mab Unesco “Po grande”, e si prosegue con un intenso momento di storie e racconti dedicati al Traghetto sul Po da Polesine Parmense a Stagno Lombardo, preludio all’inaugurazione della mostra fotografica “Il traghetto del Po”.

Sulla falsa riga della prima giornata, si replicano i passaggi in barca – con ultimo passaggio alle 19.00 per chi partecipa al convegno – le escursioni i carrozza, le camminate e il tuffo nell’atmosfera del Villaggio Medievale dei Pescatori.

In entrambe le giornate, a tutto questo si affiancano gli assaggi agli stand gastronomici dei Comuni rivieraschi e le degustazioni e menu “gastro-fluviali” organizzati dagli Istituti Alberghieri e presso il ristorante dell’Antica Corte Pallavicina e Hosteria del Maiale e del Culatello.

Lunedì 16 aprile, dalle 10.00 alle 15.00, sarà il tema “La cucina gastro-fluviale: un movimento importante per il territorio” a fare da filo conduttore del dibattito conclusivo presso il Palco del Po, tra stand gastronomici con stuzzichini, primi piatti, secondi e degustazioni. Dalle 12.00, nell’ambito di “RIVER FOOD” & “BOLLICINE D’ACQUA”, i ristoratori d’acqua proporranno piatti sfiziosi legati alla loro cucina “Gastro-fluviale” insieme a chef stellati e produttori di vino. A tenere alta la bandiera del Po, saranno  Capanna d’Eraclio (FE), Trattoria Cattivelli (PC), Antenna del Porto (CR), Laghi Verdi (PR), Hostaria Vecchio, Cornione (MN), Ariston Sales (CR), Antica Corte Pallavicina (PR) e lo Chef Filippo Chiappini Dattilo.

Per tutta la durata della manifestazione – organizzata col patrocinio di Comune di Polesine Zibello, Comune di Parma, Regione Emilia Romagna – saranno visitabilie la mostra fotografica sul Po a cura di Montali Gigi e la mostra fotografica sui Paesaggi del Po a cura dell’Istituto Russel di Guastalla (RE) in collaborazione con Sereni.

Date

Apr 14 2018

Time

10:00 - 16:00

Location

Polesine Zibello