Primo piano
0

La nuova stagione teatrale del Teatro Moruzzi di Noceto

Nuova stagione teatrale per il Moruzzi di Noceto che presenta grandi nomi per un cartellone pieno di eventi.

Già in vendita gli abbonamenti a tutti gli spettacoli o i biglietti singoli
INFO e PREVENDITE
E20inscena – Tel. 392/6405385 – info.e20inscena@gmail.com – www.e20inscena.it

Sabato 27 ottobre 2018 ore 21
EDOARDO LEO
in
Ti racconto una storia
Un reading-spettacolo che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri che l’attore e regista romano Edoardo Leo ha raccolto dall’inizio della sua carriera ad oggi. Vent’anni di appunti, ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente, che cambia forma e contenuto ogni volta, in base allo spazio e all’occasione. È uno spettacolo che fa sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane. In scena, non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Piccolo), ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo.

Sabato 24 novembre 2018 ore 21
FRANCO CASTELLANO e NATHALIE CALDONAZZO
in
Baciami James Baciami James Baciami James
di Robert Farquhardi Robert Farquhar di Robert Farquhardi Robert Farquhardi Robert Farquhardi Robert Farquhar di Robert Farquhar di Robert Farquhardi Robert Farquhardi Robert Farquhardi Robert Farquhardi Robert Farquhar
regia Guglielmo Guidiregia Guglielmo Guidi regia Guglielmo Guidiregia Guglielmo Guidiregia Guglielmo Guidi regia Guglielmo Guidiregia Guglielmo Guidi regia Guglielmo Guidi regia Guglielmo Guidi
Un’esilarante commedia per adulti di maldestra passione.
Eddie è un aspirante venditore di articoli di cartoleria con un’auto fiammante e dei baffi che adora. Crystal è una croupier con la passione per Sean Connery. Insieme, questi due possibili amanti, trascorrono un weekend bagnato in uno squallido albergo di mare nel tentativo di far scoccare la scintilla. Ma… gli opposti si attraggono o forse Eddie sarebbe dovuto restare a casa con mammà?

Sabato 15 dicembre 2018 ore 21
Dopo i successi in tutta Italia di “Se ti sposo mi Rovino” e “That’s Amore”
arriva la nuova divertente commedia
scritta e diretta da MARCO CAVALLARO.
Con
ALBERTO BARBI FABIO MASCAGNI MARIA OCCHIOGROSSO ANTONIO SARASSO
La suite di un facoltoso albergo romano fa da scena alle disavventure dell’On. Panciaroli, Ministro della Repubblica Italiana a capo del Governo. Presunte tangenti, un amante insospettabile, la curiosità di un giornalista in cerca di scoop e una moglie che ha il “vizio” di girare sempre tutta nuda o quasi, sconvolgeranno la vita dell’Onorevole da sempre riconosciuto come persona dalla condotta esemplare sia sul lavoro, che nella vita privata. Un gioco comico che si rifà al genere della pochade francese, con un pizzico di humor inglese ma in perfetto stile italiano. Porte che si aprono e si chiudono dove tutti cercano di nascondere tutto, ritmi da lasciare lo spettatore senza fiato tra una risata e l’altra fanno di “Dove vai tutta nuda?” una nuova irresistibile commedia che farà scoprire allo spettatore che a volte la “Casta”, il potere e il denaro non riescono sempre a salvarci da ciò che il destino ha in serbo per noi.

Sabato 19 gennaio 2019 ore 21
LAMPI
Quattro atti unici di A. Čechov
La domanda di matrimonio, I danni del tabacco, L’orso, Tragico controvoglia
con Giulio Casale, Giusy Barone, Alberto Basaluzzo
regia Gianluca Ghnò
Giulio Casale si cimenta con il Teatro classico portando in scena quattro atti unici del drammaturgo russo Anton Cechov. Con la sua grande sensibilità attoriale e musicale, accompagnato sul palco da Giusy Barone e Alberto Basaluzzo, Giulio Casale ci propone uno spettacolo divertente e coinvolgente con musica live, travestimenti e ritmo da lasciare senza fiato. I quattro atti unici sono uniti da un fil rouge rappresentato da un peccato capitale dell’uomo, l’ira, che come una fiamma, una scintilla, un lampo, fa precipitare gli eventi in liti, infiammando gli animi.

Sabato 2 febbraio 2019 ore 21
Chi, imparando a guidare, non ha mai provato difficoltà nella partenza in salita?
Capire la giusta sincronia fra il rilascio del freno a mano, della frizione e la giusta dose di accelerazione, quando si è alle prime armi, non risulta semplice. Come non è semplice affrontare il mare magnum della “Vita” per una ragazza di 18 anni appena compiuti. E se alle difficoltà proprie di un’età si aggiungono le incertezze e l’immaturità di un padre Peter Pan, improvvisato ed impaziente istruttore di guida, allora la miscela può diventare davvero esplosiva!
E l’ora di lezione può diventare l’occasione per conoscersi davvero, forse per la prima volta. Fra crisi adolescenziali, scoperte allarmanti, altarini svelati…telefonate di amanti, scatti d’ira, risse sfiorate, bugie colossali, ma anche complicità, risate, tenerezze, momenti di commozione.
La P, incollata con lo scotch sul lunotto posteriore, iniziale di Principiante… o forse di Padre…. O magari proprio di Padre Principiante!

Sabato 23 febbraio 2019 ore 21
commedia in 2 atti
di Piero Ferrarini
regia Guido Ferrarini
con Alessandro Fornari, Andrea Zacheo, Aldo Sassi, Martina Valentina Marinaz, Federica Tabori
scene Fabio Sottili – costumi Renata Fiorentini – luci Poppy Marcolin – musiche a cura di Piero Ferrarini
produzione TeatroAperto/Teatro Dehon
Parigi, ai nostri giorni.
François ed Etienne sono una coppia omosessuale che vive una tranquilla esistenza borghese, nella quiete di un lussuoso appartamento del XV arrondissement. A causa dell’ostilità di un funzionario dell’Ufficio Imposte, François vede chiudere il proprio salone di coiffeur, proprio quando Etienne necessita di denaro per intraprendere una nuova – ed assai particolare – attività nel campo della ristorazione. Disperati e senza prospettive, i due decidono di raggirare Antoine, il ricchissimo zio di François, che si trova a Parigi per motivi di lavoro, ingaggiando Marina, prostituta in fuga dal proprio maquerau, per fingersi la moglie di François. Ma le continue intromissioni della Signora Moreau, una vicina di casa vittima dei tradimenti del marito, ed il carattere non proprio accomodante del vecchio zio, ex legionario ed avventuriero, faranno precipitare i due in un vortice esilarante di equivoci e situazioni paradossali, dove niente… è come sembra!

Sabato 30 marzo 2019 ore 21
ANNA MAZZAMAURO CRISTINA BUGATTY
BELVEDERE
DUE DONNE PER ARIA
di Anna Mazzamauro
e con Sasà Calabrese
regia Luca Ferri
Anna Mazzamauro e Cristina Bugatty sono le interpreti di questa storia ai limiti tra la commedia e la poetica felliniana. Sul Belvedere di un alto palazzo vive una donna che tra i ricordi che affiorano e le giornate che passano, incontra una transessuale nascosta dietro ad una di quelle lenzuola che sventolano alla brezza della sera. Nasce un’amicizia, un’intima confidenza che si trasforma in una complicità, accompagnata dalla musica che prende forma dalle note del contrabbasso suonato dal vivo da Sasà Calabrese. Il Belvedere è un luogo magico, un posto dove si può osservare il panorama e il mondo intero, ma è anche la metafora di una terrazza affacciata sulla vita in grado di mostrare le più intime fragilità delle protagoniste. (Luca Ferri)
Una terrazza. Un belvedere. Due donne velate di diversità.
Santa, pannosa figura che sembra uscita da una tela di Botero e Graziadio, una transessuale bellissima straziata e arricchita dalla sua duplice natura. Si incontrano e si scontrano in un prepotente bisogno di vivere come ordinaria quella che agli altri sembra violazione. Accanto a loro c’è Beethoven, musicista sordo ma che “sente” ogni risata, ogni pianto delle due creature e li commenta con il suo unico compagno, il contrabbasso, mentre assiste alla loro escursione feroce che alla fine unirà quelle vite in un abbraccio inaspettato. (Anna Mazzamauro)

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma