Eventi passati
134

20 dicembre – “FAUSTIN AND OUT” al Teatro Due

FaustIn and out, inedito in Italia, è stato appositamente tradotto da Elisa Balboni e Marcello Soffritti, direttore del Dipartimento d’interpretazione e traduzione dell’Università di Bologna, nell’ambito del Festival Focus Jelinek.
FaustIn and out si presenta come riscrittura al femminile del Faust di Goethe. Elfriede Jelinek riprende la vicenda reale di un padre che ha tenuto segregata per anni la figlia nella cantina di casa costringendola a un rapporto incestuoso, e la pone in una dimensione fisica e metaforica. FaustIn and out è stato definito dalla stessa autrice «dramma secondario»: un commentario teatrale all’opera di Goethe. Qui si prova a invertire le parti, ripiegando la Storia su se stessa, ridistribuendo la parola prima: il Faust originale come commentario al testo della drammaturga austriaca.
Attori e tecnici costruiranno e decostruiranno la scena così come Jelinek costruisce e decostruisce il testo; affronteranno l’improbabile cabaret da lei proposto cercando di stare sopra e sotto, dentro e fuori l’opera.

Elfriede Jelinek (Mürzzuschlag, 1946), scrittrice austriaca. Nel 2004 le è stato conferito il Premio Nobel per la Letteratura per “il fluire musicale di canto e controcanto nei romanzi e nei drammi, che con straordinario ardore linguistico rivelano l’assurdità dei cliché della società contemporanea e il loro potere soggiogante”.

19 dicembre 2014, ore 18.00 – Parma Teatro al Parco
presentazione dello spettacolo e del volume FaustIn and out (Titivillus, 2014)
con la compagnia

Festival Focus Jelinek , ottobre 2014 / marzo 2015
festival per città
direzione artistica Elena Di Gioia
promosso da Liberty e Tra un atto e l’altro

La produzione FaustIn and out è nata all’interno del Festival Focus Jelinek che, da ottobre 2014 a marzo 2015, indagherà il corpus della scrittrice austriaca,  premio Nobel per la letteratura nel 2004, tra le voci più acute e pungenti della scena contemporanea, attraverso il lavoro di diversi artisti della scena contemporanea, con spettacoli in scena in oltre dieci città dell’Emilia Romagna, e che vede realizzarsi la collaborazione tra Accademia degli Artefatti e Tra un atto e l’altro intorno a un nodo che lega Goethe e Jelinek, oltre le loro volontà culturali e teatrali.
Festival Focus Jelinek, è un festival per città con l’ideazione e la direzione artistica di Elena Di Gioia.

Il Festival propone un tragitto di innovazione nell’ambito delle forme della progettazione culturale. La Regione Emilia-Romagna si configura nell’immagine di ‘città allargata’ sia per i numerosi artisti e compagnie che operano nelle diverse città, sia con l’incentivazione di forme di mobilità del pubblico. Inoltre la ‘città allargata’ si declina per la prima volta in una inedita e originale collaborazione di teatri, festival, biblioteche, cinema, spazi culturali di Bologna, Cesena, Forlì, Faenza, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Castel Maggiore, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena, Montescudo che, per la prima volta collaborano insieme, nell’accoglienza delle tappe del progetto. Bologna è il cuore del progetto, dove verranno presentate tutte le produzioni realizzate dal Festival e dove si terranno alcuni eventi speciali, appositamente dedicati.

La struttura del festival, ideato nell’arco di sei mesi, prevede spettacoli – tra cui prime assolute – allestiti dalle più importanti compagnie della scena contemporanea italiana. Oltre agli spettacoli, sono in programma letture, incontri, proiezioni, laboratori, un convegno, pubblicazioni sull’opera della scrittrice austriaca.
In tutto, 10 tra spettacoli e performance, di cui 6 prime nazionali, prodotti nella collaborazione tra il Festival Focus Jelinek e le compagnie

FaustIn-and-out_Angela-Malfitano_ph.-Elia-Falaschi-Phocus-Agency

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma