Eventi passati
0

27 settembre – “FERMENTI_ Forme di vita teatrali” alla corte di Giarola

Sabato 27 settembre presso il teatro della Corte di Giarola si terrà la quinta edizione di FERMENTI_ Forme di vita teatrali, vetrina di teatro contemporaneo.

In programma performance e spettacoli di quattro compagnie della nuova scena italiana.

La rassegna si aprirà alle 19 nell’ala esterna della Corte con ARbiTrio_internAzioneriflessa, spettacolo a metà tra installazione d’arte e teatro,di e con Stefania Maceri (produzione Kolletivoteatro).

In un’atmosfera intima e sospesa, gli spettatori, condotti dall’attrice, potranno arbitrariamente diventare parte attiva della performance, determinando quello che avviene sulla scena proprio attraverso la loro relazione con l’attrice e lo spazio allestito.

Dalle 21 prenderanno il via gli spettacoli in teatro, cominciando con UMMONTE, monologo scritto, diretto e interpretato da Elisa Porciatti, attrice e regista senese, menzione speciale Premio

Scenario 2013. Teatro di narrazione al femminile, “Ummonte” racconta la storia di una città-banca, emblema del sistema economico-finanziario in cui siamo tutti immersi.

Partendo dalla propria esperienza di ex dipendente di banca e dai racconti di persone legate, anche indirettamente, con il potere della stessa, l’autrice dà vita a un’indagine narrativa, che si sofferma sulle vite piccole e concrete che muovono Siena e la “sua” banca e su come il terremotarsi di quelle certezze abbia coinvolto un’intera comunità.

Un racconto da narrare occhi negli occhi reinterpretando i recenti scandali nel tempo che ci separa dal sapere come andrà a finire.

A seguire, il monologo breve di e con Beatrice Vollaro, FALLING APART, una riflessione sul concetto di integrità messa in scena con picchi di estremo sarcasmo e una recitazione che raggiunge tratti grotteschi. La protagonista è una donna che vive di strategie per nascondere un’assurda malattia in attesa della guarigione, rinunciando quasi completamente alla possibilità di comprensione da parte degli altri.

Quando il corpo diventa estremo baluardo della propria identità, perderne letteralmente i pezzi significa non essere più riconoscibili a se stessi e agli altri. La gara alla ricomposizione punta su un’esteriorità che fa perdere il senso dell’esistenza e la ragione.

In chiusura di serata, il teatro fisico della compagnia C&C_Massari/Taviani, che presenteranno il primo studio di TRISTISSIMO | Tristan und Isolde, progetto sostenuto dal Teatro PimOff (Milano).

La tristemente famosa esperienza di separazione Wagneriana, introiettata in nuovi corpi “teen…” privati del peso della storia, ma già profondamente amareggiati dal triste epilogo che li attende: un giorno perfetto, un mondo perfetto, poi a un certo punto tutto si storce.

Questo nuovo studio rappresenta il secondo capitolo dell’indagine che la compagnia sta sviluppando attraverso “La Trilogia del Dolore”, il cui primo step, “Maria Addolorata”, coprodotto da UOT, e presentato in anteprima alla scorsa edizione di Fermenti, ha ricevuto nell’ultimo anno riconoscimenti internazionali.

Fermenti. Forme di vita teatrali

a cura di UOT_unità di organizzazione teatrale

27 settembre 2014

Teatro alla Corte

c/o Corte di Giarola

via Giarola 11, Collecchio (PR)

Ingresso: biglietto unico per la serata € 12

Info e prenotazioni:346 6716151; info@associazioneuot.it; www.associazioneuot.it

con il contributo di

Comune di Collecchio

con il patrocinio

Parchi del Ducato

 

credits

fotografie di scena

Arbitrio: Stefano Dall’Asta e Andrea Torsello

Ummonte: Elena Vattimo e Roberto Biocco

Falling apart: Andrea Masoni

Tristissimo: Yann Bohac

immagine rassegna:

illustrazione di Cristian Grossi//www.crixtian.it

grafica a cura di Alberto Lucchina

Fermenti_forme di vita teatrali

Fermenti_forme di vita teatrali

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma