Food Food PRIMO PIANO Incontri

Dal 30/9 al 2/10 – Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto

La Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto, è oggi considerata la più importante manifestazione dedicata a questo prezioso prodotto del sottobosco. La Fiera Nazionale è nata qui, perchè ad Albareto il Porcino è Storia.

La nostra fiera è gemellata con la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba (Cuneo) e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico.

https://www.fieradialbareto.it/

La Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto è diventata un appuntamento fisso del primo weekend del mese di ottobre!

E’ nata nel 1996 su iniziativa di alcuni volontari, imprenditori ed amministratori comunali che stavano cercando il modo migliore per valorizzare queste zone mediante l’interesse crescente nei confronti del Fungo Porcino e delle sue implicazioni di natura turistica ed enogastronomica.

La cittadina di Albareto, 2.200 abitanti circa, si trova immersa nelle bellezza incontaminata dell’Appennino Parmense, ricca di boschi, vegetazione, corsi d’acqua e servita da un funzionale crocevia di strade e collegamenti anche con le vicine regioni Liguria e Toscana.

Ubicata a circa 25 km dalla A15 (Parma-La Spezia) ed a poco più di 10 Km dalla stazione ferroviaria di Borgo Val di Taro, è anche collegata alla vicina Lunigiana dal Passo dei Due Santi e dal Passo del Brattello ed alla Riviera di Levante dal Passo della Cappelletta, dal Passo delle Cento Croci e dal Passo del Bocco.

La superficie del comune fa parte del territorio del “Fungo IGP di Borgotaro” insieme ai comuni di Borgo Val di Taro e Pontremoli. Tale area spazia da quote intorno ai 500 mt. s.l.m. sino ad oltre 1.600 mt., con la presenza di tutti e 4 i tipi di Boletus.

La Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto è gemellata fin dal 2002 con la Fiera del Tartufo Bianco di Alba (CN). Gemellaggio che contribuisce ad avere alla fiera la presenza di numerose aziende delle Langhe, con i loro prodotti tipici (dolci, vini, formaggi e salumi).

Nel 2007, grazie alla sua organizzazione ed i risultati di presenze consolidati nel tempo, ha ottenuto l’ambito riconoscimento di Fiera Nazionale da parte della Regione Emilia Romagna.

Dopo la partecipazione di esperti e critici del settore enogastronomico che si sono alternati nelle varie edizioni del calibro tra gli altri di Davide Paolini (Il Gastronauta) e di Edoardo Raspelli, che ha presenziato per ben tre edizioni ed ha reso protagonista nel 2007 Albareto ed il Fungo Porcino per due puntate nella famosa trasmissione di Retequattro, “MelaVerde”, nel 2010 è stata la volta di Tony Saccucci e Carmelo Chiaramonte (il primo insegnante di filosofia e appassionato di funghi ed il secondo esperto della cucina italiana) che hanno presentato in anteprima nazionale il libro “L’estetica del Fungo”: un’assoluta novità del panorama librario italiano ed europeo che affronta per la prima volta gli aspetti filosofici della raccolta dei funghi.

L’anima della Fiera del Fungo Porcino è costituita come sempre dal Comitato Organizzatore e da oltre trecento volontari che, con spirito instancabile di dedizione e di operosità, svolgono veri e propri turni di lavoro.

Il Ristorante del Comitato è particolarmente apprezzato dal turista per i piatti della cucina tradizionale a base di porcino.

Non ti resta altro che venirci a trovare ogni primo week-end di ottobre

You may also like