Eventi passati
0

Fino al 9 marzo – Fuocoammare di Rosi all’Edison

fuocoammare_loc-310x443Fuocoammare, il docufilm di Gianfranco Rosi, premiato con l’Orso d’oro al Festvial di Berlino è in programmazione al Cinema Edison fino al 9 marzo.

“Film eccitante e originale, la giuria è stata travolta dalla compassione. Un film che mette insieme arte e politica e tante sfumature. È esattamente quel che significa arte nel modo in cui lo intende la Berlinale. Un libero racconto e immagini di verità che ci racconta quello che succede oggi. Un film urgente, visionario, necessario” è stato il verdetto della giuria letto da Meryl Streep sul palco del Festival.

CINEMA EDISON
Largo Otto Marzo, 9/a – Parma
www.solaresonline.it

 

PROGRAMMAZIONE

6 marzo, ore 15.45, 18, 20.15
7, 9 marzo, ore 21.15

FUOCOAMMARE
(Italia, 2016, 107 minuti)
Regia di Gianfranco Rosi
Nel suo viaggio intorno al mondo per raccontare persone e luoghi invisibili ai più, dopo l`India dei barcaioli (Boatman), il deserto americano dei drop-out (Below Sea Level), il Messico dei killer del narcotraffico (El Sicario – Room 164), la Roma del Grande Raccordo Anulare (Sacro Gra), Gianfranco Rosi è andato a Lampedusa, nell`epicentro del clamore mediatico, per cercare, laddove sembrerebbe non esserci più, l`invisibile e le sue storie. Seguendo il suo metodo di totale immersione, Rosi si è trasferito per più di un anno sull`isola facendo esperienza di cosa vuol dire vivere sul confine più simbolico d`Europa raccontando i diversi destini di chi sull`isola ci abita da sempre, i lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti. Da questa immersione è nato Fuocoammare. Racconta di Samuele che ha 12 anni, va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia. Gli piacciono i giochi di terra, anche se tutto intorno a lui parla del mare e di uomini, donne e bambini che cercano di attraversarlo per raggiungere la sua isola. Ma non è un`isola come le altre, è Lampedusa, approdo negli ultimi 20 anni di migliaia di migranti in cerca di libertà. Samuele e i lampedusani sono i testimoni a volte inconsapevoli, a volte muti, a volte partecipi, di una tra le più grandi tragedie umane dei nostri tempi.

 

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma