Primo piano
0

Gola Gola! Dal 2 al 4 giugno il cibo diventa protagonista

A Parma sta per tornare il GOLA GOLA! Food & People Festival, tre giorni (2,3,4 giugno) di eventi dedicati al cibo in tutte le sue forme ed espressioni.

Gola Gola Festival si rivolge ai “turisti del cibo” (foodies). Persone che sono affascinate dall’Italia e viaggiano alla scoperta di prodotti eno-gastronomici di qualità e delle storie e tradizioni ad essi legati. In Gola Gola Festival si ritrovano tutti coloro che desiderano unire arte, musica e cultura in un’esperienza a tutto tondo, che li metta a contatto con il meglio della cucina italiana nel cuore della sua food valley. Tre giorni per scoprire, assaggiare, imparare ed acquistare.

L’edizione 2017 è caratterizzata da una parola chiave che fa da guida alla “lettura” del festival: la parola scelta è “confronti”. Il confronto è ciò che ci restituisce l’identità: solo nel confronto con l’altro si definisce chi siamo. Con il confronto tra idee, mondi, parole, esperienze, l’umanità si evolve. Con l’apertura dei confini, con il loro annullamento e, anche, con la loro riproposizione, il confronto diventa quotidiano, costante. Molteplici confronti attraversano le nostre esistenze e le nostre società, a volte sono scontri, a volte sono incontri e da ogni confronto si esce diversi. Ed è questo l’obiettivo che il festival vuole perseguire: attraverso il divertimento, l’arte, la musica, la cultura, le tradizioni e il buon cibo confrontarsi con realtà differenti e vedere cosa succede.

E allora passeggiare per le vie e le piazze della città, non sarà solo un’occasione per amminarne la bellezza e la storia, ma anche un pretesto per leggere gli stessi luoghi attraverso la lente della cultura del cibo, dei suoi confini e confronti. Un festival del sapere dunque, che si dipana nelle aree cittadine, dove il Mercato delle Specialità è più di un semplice mercato, è un vero e proprio viaggio nei sapori e nelle produzioni d’Italia, appassionante e inaspettato, in un luogo caratteristico di Parma, che si apre al mondo, dal quale, come in ogni viaggio, si torna diversi da come si è partiti.

Il palco di Piazza Garibaldi si riconferma il centro nevralgico delle attività culturali del festival, dove i protagonisti principali, intellettuali, artisti, performer più conosciuti confronteranno le loro esperienze e i loro pensieri per parlare di cibo, raccontando il tempo in cui viviamo.

Nomi importanti del panorama radiofonico e televisivo italiano, introdurranno, condurranno, spiegheranno.

I laboratori, per bambini e adulti, saranno il momento dell’imparare e del conoscere: nuovi cibi, nuove culture, nuove tradizioni, nuove manualità.

Artigiani, artisti, professionisti della cucina si alterneranno negli show cooking per mostrare l’arte del cucinare, declinata secondo i gusti, i sapori, le tendenze e le tradizioni che sostanziano la gastronomia nazionale e internazionale, mentre il pubblico assiste, impara e assaggia.

E poi le serate e l’intrattenimento: dalla musica classica a quella jazz, dalla musica pop a quella dance, dal blues al soul; e dalla poesia alla narrativa, dalle performance teatrali a quelle di danza, espressioni artistiche e culturali che coinvolgono il pubblico, regalando emozioni e stimoli, svago e sogni.

A partire dalla NOTTE BIANCA DEI GOLOSI, sponsorizzata e sostenuta da ASCOM la notte del gusto, del divertimento, della musica e del movimento che la scorsa edizione ha animato la città e le vie del centro di Parma.

I luoghi dove avvengono le attività, quest’anno avranno una connotazione precisa, sia tematica che di allestimento, le piazze e le vie della città cambieranno nome, per aiutare i visitatori a orientarsi secondo i propri interessi.

E sarà così che passeggiando ci si potrà imbattere nella piazza del Pane e dei Cereali dove i panificatori Ascom renderanno onore all’arte della panificazione con degustazioni e laboratori, oppure nella piazza delle Scienze dove l’Università di Parma presenterà incontri su argomenti trasversali alle varie facoltà dell’Ateneo, oppure ancora nel Food District, per scoprire le golosità dello Street Food organizzato da Confesercenti o dei ristoranti temporanei, tra cui quello gestito dai ristoratori FIPE, oppure ancora nell’area Vivi Bene Vivi Buono, con la piazza dell’Agricoltura e la zona Buono per Te, in Oltretorrente, dedicata al consumo consapevole, al sapore salute e ai temi etici legati all’agricoltura, al contrasto allo spreco e al diritto al cibo.

Anche quest’anno tutta la magia del festival sarà resa possibile dal lavoro insostituibile dei volontari: gli studenti delle scuole, i volontari delle associazioni del terzo settore che hanno già iniziato a partecipare ai programmi formativi messi a punto con l’aiuto del CISITA, ente formatore dell’Unione Parmense Industriali, dell’Università di Parma e del Comune di Parma, in particolare lo staff dell’ Assessorato al Commercio e Turismo.

Per il programma completo e tutti gli ospiti: www.golagolafestival.it

 

 

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma