Eventi passati
0

Sabato 7 novembre – “Accroche Note” conclude la rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea Traiettorie

Sabato 7 novembre 2015

Sala dei Concerti della Casa della Musica, ore 20:30

Accroche Note

Giulio Francesconi, flauto

Armand Angster, clarinetto

Christophe Beau, violoncello

Wilhem Latchoumia, pianoforte

Françoise Kubler, soprano

Marco Di Bari (1958)

Sea’s widows (2012)

per soprano, flauto, clarinetto, violoncello e pianoforte

Marco Di Bari

Lentamente, la luna (2015)

Parole liberamente tratte da un testo inedito di Renato Meucci

per soprano, flauto, clarinetto, violoncello e pianoforte

Prima esecuzione assoluta

Stefano Gervasoni (1962)

Ansioso quasi con gioia (2015)

per clarinetto basso

Prima esecuzione assoluta

Philippe Leroux (1959)

Trois poèmes de Fernand Ouellette (2015)

per soprano, flauto, clarinetto e violoncello

Prima esecuzione assoluta

Martino Traversa (1960)

Trois poèmes de Stéphane Mallarmé (2013)

per soprano, clarinetto, violoncello e pianoforte

Prima esecuzione italiana

Gabriel Fauré (1845-1924)

Trio in re minore op.120 (1922-1923)

per clarinetto, violoncello e pianoforte

Si conclude il 7 novembre nella Sala dei Concerti della Casa della Musica alle ore 20:30 con un concerto di Accroche Note la XXV edizione della rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea Traiettorie, promossa e organizzata da Fondazione Prometeo. E si conclude con un concerto estremamente significativo, che presenta una prima italiana e tre prime esecuzioni assolute – fra cui una commissionata proprio da Traiettorie a Marco Di Bari – che si aggiungono alle sette prime assolute presentate quest’anno dalla rassegna, sottolineando la sua vocazione alla promozione dei linguaggi contemporanei che ne ha fin dal 1991 caratterizzato la sua ragione d’essere. È stata inoltre un’edizione aperta anche al confronto con il passato, in questo caso con un concerto di musica barocca, che si è concretizzato nel rinnovato e accresciuto rapporto con il Teatro Farnese come luogo simbolico e ideale per l’esecuzione di musica contemporanea; un luogo che ha riservato ulteriori sviluppi ai linguaggi dei giorni nostri anche nell’ambito del progetto triennale Parma città delle Muse, ideato da Fondazione Prometeo in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Per quanto riguarda il concerto di sabato 7 novembre, il ritorno di Accroche per la sesta volta a Traiettorie avviene nel segno dell’organico di flauto, clarinetto, violoncello e pianoforte (Giulio Francesconi, Armand Angster, Christophe Beau, Wilhem Latchoumia), con la presenza in quattro dei sei pezzi proposti della voce del grande soprano Françoise Kubler, fondatrice di Accroche nel 1981 insieme ad Armand Angster. Ensemble estremamente duttile, Accroche ha sviluppato un repertorio che dai giorni nostri si è esteso addirittura fino a Monteverdi, anche se il richiamo del contemporaneo resta prioritario, con decine di nuove composizioni regolarmente commissionate.

Nel programma del concerto conclusivo dell’edizione 2015 di Traiettorie, oltre alle prime assolute del pezzo di Di Bari e di un pezzo per clarinetto basso di Stefano Gervasoni, sarà presentato in prima assoluta un pezzo di Philippe Leroux, Trois poèmes de Fernand Ouellette e riproposto Sea’s widows di Di Bari, scritto per i 150 anni dell’Unità d’Italia ed eseguito per la prima volta proprio da Accroche a Traiettorie due anni fa.

Sarà invece una prima italiana quella dei Trois poèmes de Stéphane Mallarmé per voce, clarinetto, violoncello e pianoforte, terminati nel 2013 da Martino Traversa, direttore artistico della rassegna, ed eseguiti in prima assoluta da Accroche il 30 giugno scorso ai Rencontres d’été de musique de chambre di Strasburgo: il pezzo, che si colloca sul solco eminente delle omonime composizioni di Debussy e Ravel, si riallaccia all’espressività primo-novecentesca, a una musicalità di consistenza classica, di vocalità delicata e onirica, aggiornandone lo spirito. Si chiuderà con il Trio di re minore per clarinetto, violoncello e pianoforte di Gabriel Fauré, che suggella nel segno di una raffinatezza morbida lo spirito di questa serata conclusiva di Traiettorie 2015.

Biglietteria

Biglietteria il giorno del concerto presso la Reception della Casa della Musica (P.le San Francesco, 1) a partire dalle ore 19:30, con possibilità di prenotazione telefonica ai recapiti della Fondazione Prometeo: i biglietti prenotati telefonicamente si potranno ritirare la sera stessa presentandosi con utile anticipo.

Fondazione Prometeo: tel. 0521 708899 – 348 1410292, e-mail: info@fondazioneprometeo.org

Casa della Musica: tel. 0521 031170

Costi dei biglietti

Intero: € 15

Ridotto generico: € 10 (over 65)

Ridotto studenti: € 5 (studenti universitari e del Conservatorio)

Omaggio: under 18 e titolari FP Card

Link utili

http://www.fondazioneprometeo.org

https://www.facebook.com/traiettorieparma

https://twitter.com/f_prometeo

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Scritto da oggiaparma