In primo piano Incontri

Incontri fantastici, festival per piccoli spettatori

Sette appuntamenti gratuiti sotto le stelle, dedicati alle famiglie, fra teatro e cinema d’autore.

A partire da martedì 11 agosto, nell’ambito del ricco cartellone di iniziative estive promosso dal Comune di Parma con l’avviso pubblico “Parma Estate 2020”, l’Assessorato alla Cultura, con il sostegno del Mibact – Direzione Spettacolo, organizza “Incontri fantastici. Festival per piccoli spettatori” una rassegna speciale dedicata a bambini, ragazzi e famiglie.

Sette appuntamenti gratuiti (prenotazione obbligatoria al link: www.comune.parma.it/prenota/app) sotto le stelle fra teatro e cinema d’autore, sette occasioni per viaggiare con la fantasia guidati dalle immagini di alcuni tra i più interessanti illustratori e creatori di animazione per l’infanzia che, con la loro maestria, condurranno il pubblico dentro avventure con bizzarre creature e curiosi personaggi.

Ad aprire il festival sarà una tre giorni di spettacoli teatrali per tutti, in programma dall’11 al 13 agosto al Parco Musica alle ore 21: si parte martedì 11 agosto con “Libero Zoo” di Gek Tessaro, pluripremiato illustratore per l’infanzia, che porta in scena storie poetiche e suggestive con una tecnica di sua invenzione, il “teatro disegnato”, con cui dà corpo ad ambienti e personaggi disegnandoli e animandoli dal vivo, con l’aiuto di inchiostri, acquarelli, sabbia, una lavagna luminosa e un grande schermo. Uno zoo fantastico, dove i leoni, cavalli, rinoceronti e uccelli celebrano la vita e la meraviglia delle differenze.

Mercoledì 12 agosto andrà in scena lo spettacolo “Mozart, Ninette e la danza” in cui suono, gesto e parola si uniscono per offrire al pubblico una “lezione” di musica, scienze e danza, grazie alla musica di Mozart, capace di evocare linee, colori, movimenti in un profondo dialogo con la natura. In un incrocio di linguaggi diversi le composizioni di Mozart, eseguite dal Quartetto d’archi dell’Associazione Filarmonica di Rovereto, accompagnano la voce recitante di Elisabetta Garilli. Arricchiscono lo spettacolo le illustrazioni in tempo reale di Serena Abagnato e le coreografie di danza e mimo, a cura di Giulia Carli, che conducono gli spettatori ad osservare come le forme della natura si possano esprimere anche nelle figure della danza classica.

Giovedì 13 agosto il pubblico potrà assistere alla lettura animata e musicata “TARABARALLA, il tesoro del Bruco baronessa”, un albo illustrato e musicato per parlare ai bambini del valore delle cose e dei sogni da realizzare, con l’autrice e musicista Elisabetta Garilli, il Garilli Sound Project e le immagini di Valeria Petrone; l’iniziativa è realizzata da Carthusia Edizioni in collaborazione con BPER Banca che, per l’occasione, donerà a ciascun bambino presente una copia dell’albo illustrato.

Venerdì 28 agosto, presso le Serre Petitot del Parco Ducale alle 21, ancora uno spettacolo per tutti con la Compagnia Teatro di Sabbia che porta sul palcoscenico “TARTADÒ: ovvero storia di una stramba buonanotte”: un’esperienza di divertimento e scoperta, di stupore e di ascolto di un linguaggio fatto di gesti e segni simbolici.

Anche il cinema d’autore sarà protagonista di questa speciale rassegna dedicata a bambini e ragazzi: l’arena estiva del cinema D’Azeglio ospiterà, infatti, un ciclo di tre proiezioni serali di film d’animazione che porteranno sullo schermo tre differenti storie fatte di incontri inaspettati con animali e creature fantastiche che costringeranno i protagonisti a cambiare i propri piani, portandoli a intraprendere viaggi in luoghi sconosciuti o dentro se stessi, che stravolgeranno il loro destino.

Mercoledì 26 agosto, alle ore 21, sarà proiettato “LE AVVENTURE DI ZARAFA – GIRAFFA GIRAMONDO”, film di animazione di produzione franco-belga diretto da Rémi Bezançon e Jean-Christophe Lie (che aveva già lavorato ai film Disney campioni d’incasso Il Gobbo di Notre Dame, Hercules e Tarzan oltre che ad Appuntamento a Belleville) che si è aggiudicato la nomination al César nella categoria dei film d’animazione. Realizzato a partire da 150.000 disegni eseguiti a mano da una troupe di 250 persone in 8 diversi studi di animazione del mondo, Le avventure di Zarafa – Giraffa Giramondo narra la storia della prima giraffa ad essere sbarcata in Francia come dono del pascià egiziano per il re francese. Una giraffa diventata leggenda, che attraversò l’Africa e la Francia a piedi, in nave e in mongolfiera. Nella versione italiana il film vede Vinicio Capossela nel doppio ruolo di doppiatore, nel personaggio del vecchio saggio, e di compositore della canzone finale “Zarafa Giraffa”. Martedì 1° settembre appuntamento con “LA TARTARUGA ROSSA”, film del 2017 realizzato dall’olandese Michael Dudok de Wit che si lascia liberamente ispirare dalla grafica e dalle animazioni dello Studio Ghibli di Takahata e Miyazaki. Già candidato all’Oscar come miglior film di animazione, l’opera si è aggiudicata il Premio Speciale della Giuria a Cannes nella sezione Un Certain Regard. Il film racconta di un incontro molto singolare tra un naufrago, intrappolato su un’isola tropicale abitata da numerosi tipi di animali, e una strana creatura marina che lo costringe a restare: il tempo che dovrà passare là, fuori dal tempo e dallo spazio, sarà inaspettatamente più lungo del previsto. La Tartaruga Rossa è un film fatto di immagini, suoni, musiche che offre allo spettatore un’essenzialità e una naturalezza a cui non si è più abituati.

A chiudere la rassegna “Incontri fantastici. Festival per piccoli spettatori” sarà, mercoledì 9 settembre sempre nell’arena estiva del cinema D’Azeglio, “LA CANZONE DEL MARE” del regista irlandese Tomm Moore, candidato al premio per il Miglior film d’animazione agli Oscar e vincitore, nel 2015, degli European Film Awards come Miglior film di animazione. Tratto dalla mitologia delle Selkies, leggende appartenenti al folklore irlandese, “La canzone del mare” è la storia di Ben, un ragazzino di dieci anni, e della sua sorellina Saoirse, l’ultima foca bambina, una bambina particolare che a sei anni ancora non parla ma è fortemente attratta dal mare. Saoirse vive con il papà e il fratello, con cui ha un rapporto difficile, in una casa sul faro: un universo tutto da scoprire, fatto di oggetti magici, come una conchiglia con cui ascoltare il suono del mare e un vecchio mantello bianco, che la portano ad avventurarsi in un viaggio fantastico negli abissi. Un mondo incantato, sotterraneo e subacqueo: è qui che i due fratelli si perdono e si ritrovano, incontrando folletti, streghe e stravaganti divinità, in un mare di luci, ombre, arabeschi e grafismi.

You may also like